jump to navigation

I love this snail giugno 13, 2008

Posted by carlino in Il morso del carlino.
Tags:
7 comments

snail

Nausea sartriana e consumismo. giugno 5, 2008

Posted by carlino in stranezze.
Tags: , , ,
3 comments

E’ incredibile come in cambio del proprio annoiato tempo vengano elargiti dei foglietti di valore che (in quantità medio-grandi) permetteranno di avere tanti oggetti colorati – utili ad impreziosire il suddetto tempo annoiato.

Voglio vivere nell’età della pietra e morire a 30 anni schiacciato da un Mammuth.
Voglio una pelle splendida.

nausea

Provvidenza febbraio 12, 2008

Posted by carlino in Il morso del carlino.
Tags: , , , ,
4 comments

“Non esiste il caso, perché il caso è la Provvidenza degli imbecilli, e la Giustizia vuole che gli imbecilli non abbiano Provvidenza.” – Leon Bloy

La Giustizia in realtà dà una Provvidenza agli imbecilli. Loro di solito la chiamano con orgoglio “fortuna“. Sono parenti, in effetti sono entrambe cieche.
Di solito la fortuna si ottiene con la passività e l’attesa.

Lottare contro la fortuna degli imbecilli è quello che muove ogni giorno un non-imbecille nel combattere per il proprio futuro.
Spesso questa “attività” – incidentalmente, secondo la teoria del caos – fa anche il bene di un imbecille.

Che spingerà per reazione un altro non-imbecille nel suo desiderio di rivalsa.

Senza imbecilli ci sarebbe la stasi. Quindi il caso esiste, mio caro Leon, o non sarebbe possibile il caos.

“Occorre avere un pò di caos in sè per partorire una stella danzante” ho letto stamattina sulla maglietta di un imbecille.
Non sapeva chi ne fosse l’autore.

C’est la vie.

Io sarei molto triste senza di me febbraio 11, 2008

Posted by carlino in Il morso del carlino.
Tags: , ,
1 comment so far

Spero che tutte le cose che vedo/faccio nella vita spariscono non appena io mi allontano.
Non ho mai sopportato il fatto che i pupazzi si animino mentre io dormo, o che ci sia gente che si sta divertendo senza di me o che il mio vecchio ufficio esista anche dopo che me ne sarò andata.
Tutto deve smettere di esistere in mia assenza.
Questo è circa quel che ha fatto il mercato di Camden Sabato sera.
E’ semplicemente andato a fuoco.
Perchè io l’avevo già visto.

Sagoma di Percivald ottobre 7, 2007

Posted by drunkenturtle in AMICI del carlino.
9 comments

13. maddy54 – Ottobre 7, 2007

boh, devo essermi persa qualcosa, non riesco a capire come entrare nell’argomento, non comprendo qual’é il filo conduttore. avevo desiderio di chiaccherare un pò con qualcuno del sito, ma non capisco di cosa parlate. Sarà per un’altra occasione. l’unica cosa chiara é un certo sig. Rossi che poi diventa possibile signora Rossi . . . e che é morto (se ho capito,) un ubriacone senza palle . . . !? Ma che discorsi trattate ? Boh ?! Buona Notte a tutti.

Maddy54, hai perfettamente ragione l’unica spiegazione è che tu abbia problemi alle vie urinarie. Il post tratta di cavalli da corsa da pascolo essendo sono un testamento in carta stupida, zoccolo simpatico come un re che cena a salsomaggiore a quattro e merda.
Contatta il tuo urologo di fiducia, il tenenente colomba e il passero licavaliente, perchè il mio non c’è ora e nemmeno ora. Torio. Vioeni giù subito che ti voglio ammazzare adesso.
Vioeni.

Urghhhhhhhhhhhhhhhhhhhharrrr.

Drunkenturtle

Dal manzanarre al reno ottobre 2, 2007

Posted by carlino in Il morso del carlino.
Tags: , , , ,
4 comments

Capita di risorgere.
C’è a chi capita dopo tre giorni.. tzè.. principianti
C’è chi riesce a risorgere dai vermi di tre mesi di decomposizione. Con fiero orgoglio carlinus gremlinarium came back.*

E tra un grillo [disse lo grillo, lo sposo sarò io] che mi urla in un orecchio, un’inaspettato piovasco settembrino [anche quest’anno ricorre il duecentesimo duecentenario dall’ultimo acquazzone] e l’incipiente influenza killer ho scoperto che drunken ha dato in sub sub affitto la mia cuccia ad un armadillo, e non mi ci fanno rientrare – grazie drunken, vero amico.. neanche il tgcom mi dà più soddisfazioni togliendomi i tre quarti di argomenti con cui tediarvi.
MA
Non mi lamenterò tutto il tempo, promesso, solo lo stretto necessario finchè non mi viene riportato il cervello, che questa settimana ho dato in prestito al Kiwi l’uccello, non il frutto perchè me lo lucidasse e riportasse come nuovo.
tgcom
Mentre sfoglio la mia catena preferita di articoli tgcom, ovvero EVIRAZIONE [no, Freud, non parlare, so già cosa stai per dire] tra thailandesi, mogli insoddisfatte e cornute e incidenti geniali mi viene in mente che è un po’ che nn vi saluto.
Ho avuto un’epiphany sull’evirazione. I resti. E l’evirazione.
Se vi state chiedendo perchè, contattate Donna Moderna, così che possano aggiungere questa domanda a quel brillante articolo.

E ora non mi rievocate, sto finendo un pokerino con Lù e Giggi [Lù basta chiedere di Ricky Martin: non c’è!].

A bientôt..

Carly

*grazie all’uso di tre lingue in una sola frase mi sento molto affascinante, come Lilly Gruber.

Lo strano caso del Sig. Rossi E Dr. Casa settembre 20, 2007

Posted by drunkenturtle in Il morso del carlino.
14 comments

No, capite? Con le staminali nei testicoli si possono riprodurre quasi tutti gli organi umani.
Il solito risultato sconcertante arriva dal solito team di ricercatori americani, che solitamente si occupa di “pare il sesso conti più per l’uomo che per la donna”, “quante volte copula il coniglio medio nella vita”, “che ore sono” solo, questa volta, con l’aiuto di due italiani che grazie a dio, gli hanno permesso di produrre qualcosa di utile.

Ora, il signor Rossi è un bevitore accanito e, conseguentemente a una sbornia da ammazzare un cavallo, il suo fegato è uscito pazzo gridando di continuo “CHE CAZZO FAIII”, che nel mondo della realtà e di Clemente “el Pube” Mastella si traduce in “hgzbfbfzzzrzzz”. Scandito, tipo spelling.
Così, il signor Rossi corre allo State Freschi Fratelli e mostra il problema.

Fegato di Rossi: “hgzbfbfzzzrzzz”
Rossi: “Visto?”
Dr. Casa: “Eheh. Buffo”
Rossi: “…”
Dr. Casa: “Dica”
Rossi: “Che posso fare?”
Dr. Casa: “Lei nulla. Noi le faremo una biopsia ai testicoli, rimuovendo un po’ di cellule per rigenerare i suoi organi”
Rossi: “Dai miei testicoli”
Dr. Casa: “Eheh. Buffo”

Rossi viene presto curato da un team di ottimi medici e può tornare alla sua sana vita di alcolizzato.
Un giorno però, mentre stava lavorando al tetto, la scala cede e lui cade rovinosamente su un coltello che la moglie stava usando per tagliare la lonza, lasciato distrattamente dalla stessa per terra.
Ficcato.
Con la punta verso l’alto.

 Così, Rossi si perforò il cuore e così, tutti allo State Freschi Fratelli.  

Rossi: “Aiuto”
Dr. Casa: “Eheh. Buffo”
Rossi: “Non so com’è, lo immaginavo”
Moglie: “Che si può fare?”
Dr. Casa: “Oh, è semplice, procederemo come l’altra volta e..”

(Rossi fa cenno di tagliarsi la gola, Dr. Casa non capisce e scuote le spalle)

Dr. Casa:
“Uhm.. dicevo, solita biopsia ai testicoli e rigenerazione dell’organo”
Rossi: “…”
Moglie: “Hahaha, ecco come avevi fatto l’altra volta! Ed ecco perchè quella vocina ogni tanto!”
Dr. Casa: “Eheh. B..”
Rossi: “..buffo, si!”
Dr. Casa: “Si figuri ora poi:”

(con voce che solo una che si chiama Margareth può avere)

Dr. Casa:
“Hihihihihi. Ho messo troppa matita!”
Rossi: “…non stiamo esagerando con questo post?”
Dr. Casa: “Uhm. In effetti. Procediamo”

Il signor Rossi, con il suo cuore nuovo di zecca, potè continuare tranquillamente la sua vita da alcolizzato con problemucci al cuore.
Un’altra passione di Rossi però, era il sesso. Non poteva farne a meno, sopratutto quando la moglie utilizzava a scopo sessuale il burro d’arachidi, potete immaginare come.
Una sera, vedi pigrizia, vedi buona profumazione (ora vomito), lasciarono il burro d’arachidi sui genitali del signor Rossi, dimenticando il fatto che la famiglia consisteva anche di un cane.
Un cane.

Rossi: “Ora che si fa?”
Dr. Casa: “Eheh. Buffo”
Moglie: “…”
Dr. Casa: “Lei non ride più eh..? E-eh-ehmm. Semplice, comunque. Rimuoveremo con biopsia il solito pezzo di test..”
Rossi: “Dottore”
Dr. Casa: “Uhm?”
Rossi: “Ecco i testicoli”

(Mostrando il cane, indicandone lo stomaco)

Dr. Casa:
“Poffarbacco”
Rossi: “Che mi dice adesso, che facciamo una biopsia al fegato per rigenerare i testicoli?!? Eh?!”
Dr. Casa: “…”
Rossi: “…”
Dr. Casa: “Proviamo!”

Drunkenturtle

Baraonda settembre 11, 2007

Posted by drunkenturtle in Il morso del carlino.
6 comments

“Morto un comico se ne fa un altro”, disse Pavarotti.

Drunkenturtle

Volevano sequestrare la Cucinotta giugno 6, 2007

Posted by carlino in Il morso del carlino.
14 comments

I carabinieri li hanno fermati in tempo, solo per chiedergli PERCHE’?

Le avranno voluto chiedere cosa si prova a non aver perso l’accento nonostante anni di corsi di dizione e i miliardi che ha guadagnato?

O forse le volevano insegnare che le sopracciglia sono due e non una unita?

O infine le volevano chiedere perchè si è sempre lamentata del fatto che nei film le danno sempre parti da caratterista “terrona” considerato che ancora non ha risolto i primi due quesiti?

Sono un fulvo cane terrone (e in quanto fulvo apparentemente non terrone) che si chiede perchè volessero sequestrare la Cucinotta.

Metti che la volessero cucinare, sarebbe stato di certo molto più aberrante.
Metti che le volessero chiedere di fare da madrina al convegno internazionale di Cosa Nostra.
Metti che le volessero dare una parte in un film. Oddio…

Il film ideale: una produzione internazionale con protagoniste la Cucinotta, la Bellucci e Valeria Marini. Abbastanza carne da nutrire il terzo mondo, abbastanza incapacità recitativa da far credere a me, carlino cane, di poter partecipare ad un film ed un giorno diventare “madrino” di Cannes.

Lo so, vi sembrerò solo invidioso..
Ma la vera persona da sequestrare è Devidasseloff. Ve lo dico: si è offeso perchè nessuno ha pensato a lui.

knight26.jpg

Notitle maggio 22, 2007

Posted by drunkenturtle in Il morso del carlino.
11 comments

Drunken: Bevi bastardo, bevi.
Giovanni Rana: Sblut.. sb.. glu glu.. oh..
Drunken: Ti sbrodoli anche, schifoso. Ora vai.
Giovanni  Rana: Vi ho portato i raviolini al..
Drunken: Non qui merda, sul set.
Giovanni Rana: Le tagliatelle..
Drunken:
Giovanni Rana: Burp.

Non mi andava più di vedere il cicciobastardo in quelle pubblicità da due soldi, tepore d’ambiente familiare e cazzo di stupore vedendo Giovanni Rana alla porta, roba da “non compro niente accattone”.
Li stupiamo noi adesso, gli ho detto, lui “come”, seguimi o smetto di darti le idee obeso.
Così festa di compleanno, lambrusco, ciocco marcio, rovinerà tutto, mi son detto, bel piano.
Vado anche io, chissà che non ci sia da sganasciarsi.

Il tecnico gli indica il gobbo. Lui crede sia dato dal colore bianco nero delle scritte diventate ormai linee orizzontali senza senso. Ride sguaiatamente. Poi piange.

Dlin-Dlon
Giovanni Rana: Sor.. Soppr.. Soppressa! Eheh.
Donna: Ehm.. Ma è Giovanni Rana!
Giovanni Rana: Dove?
Donna: (sottovoce) Vi ho portato..
Giovanni Rana: ..e un giorno si.
Donna:
Giovanni Rana:
Donna: Venga!
Giovanni Rana: No.

(Donna guarda confusa verso il regista, Giovanni Rana entra in casa)

Donna: A tavola!

(arrivano i figli e il marito)

Bimba: Ciao! Come sei grande!
Giovanni Rana: Dove cazzo sono?
Bimba: Ha detto cazz..
Donna: Casetta. Ha detto casetta.
Giovanni Rana: Zitti tutti. Sento odore di merda.

DrunkenTurtle

Combustication aprile 5, 2007

Posted by carlino in Carlino's Way, gossip, Il settimanale del Carlino, news, stranezze, TV.
19 comments

Oggi pensavo all’autocombustione.
E quindi sono tornato.

Pensando alla simpatica Mary Reeser che un giorno del lontano 1955 sedendosi davanti alla tv anzichè accenderla decise di accendere se stessa. Dall’interno.

Un semplice caso di bruciore allo stomaco non risolto in tempo?

Fatto sta che ho deciso di scrivere qualcosa, lasciare una traccia significativamente demente.
Metti che poi mi autocombusto..

..magari mentre guardo una puntata di “un due tre stalla” in cui mi stan spiegando per quanti giorni si allattano i vitelli o come riconoscere il colore del letame sano.
fuoco
Oppure mentre guardando rai due mi chiedo se “e ti piace lavare i vetri?” è una domanda più utile di “ti sei lavata le mani tesoro?” (-> La sposa perfetta: una trasmissione che sarebbe risultata retrograda nello stesso anno in cui Mary prendeva fuoco).
Mi sono trovato a chiedermi dove fossero finiti i papà/mariti.
Ma che domande. Si sono autocombusti!

Come on baby light my fire
Come on baby light my fire
Try to set the night on fire


Dato che manco da molto non posso non lasciarvi la notizia del TGCom della settimana che ci spiega il titolo della canzone dei Negramaro:


Uomini: l’amore dura tre minuti

Il maschio sempre più in crisi

e poi un interessante approfondimento tratto da Focus sul fatto che l’onanismo è praticamente accettato da tutti, forse anche dai metodi AOGOI e quindi è una pratica che verrà a breve brevettata dall’INFASIL.

A proposito. Sappiate che Onan, precedente proprietario del brevetto, si è lamentato, in quanto in realtà lui sarebbe l’inventore di un’altra pratica

da wikipedia:

“Onan è un personaggio biblico, figlio di Giuda figlio di Giacobbe.

Nel libro della Genesi si racconta come, secondo la legge del levirato, egli sposò Tamar, vedova di suo fratello; ma poiché secondo tale legge i figli che ne avrebbe avuto non sarebbero stati considerati suoi ma del fratello Er, egli non volle averne e ricorse perciò a un metodo anticoncezionale (il coitus interruptus). Dio lo punì per questo facendolo morire (Genesi 38,6-10).

Mi pare un epilogo alquanto logico. Si sarà mica autocombusto anche lui?

Qui sotto una foto eloquentemente di corredo all’articolo sull’onanismo.

Uomini strani

Drunkenturtle vs Leopardi marzo 24, 2007

Posted by drunkenturtle in AMICI del carlino.
16 comments

Io e Leo stavamo scrivendo questo saggio, no, sul tassino e la sua Liberata.
In pratica Leo si è fissato con la storia del poco amabile, dell’amabile su per giù e dell’amabile appalla, che poi quando gli ho detto appalla voleva riscrivere tutto.
Insomma, su rinaldo non sa decidersi. E’ più amabile di goffredo, è una merda rispetto ad achille.

(Drunkenturtle chino sulla scrivania, carta e penna)

Drunken:
 allora Rinaldo è amabile o no?
Leopardi: Beh..
Drunken:
Leopardi: .. ecco, sai.. l’uomo trova sempre alcuna diversità che l’inclini ad elegger l’una e l’altra rifiut..
Drunken: OH, non ricominciare, bisogna decidere. Scelgo io: non amabil..
Leopardi: Si.. no.. tuttavia, il confronto con Goffredo..
Drunken: A-A-A! Bada! O niente carbonara.
Leopardi: Intesi.. ma ho la netta sensazione che il saggio sulla Gerusalemme non piacerà..
Drunken: Ti venga un brutto male agli occhi.

(a pranzo)

Leopardi: Scusa..
Drunken: Il sale? Ecco.
Leopardi: No.. in realt..
Drunken: AH, pipì!? Di là, seconda a destra.
Leopardi: …ehhh.
Drunken: … amabile, cazzo.
Leopardi: Si.. si… è giusto.
Drunken: Stappo il montenegro.

Drunkenturtle

F.Y.H. Day marzo 16, 2007

Posted by carlino in Il morso del carlino.
10 comments

Avete sentito che è arrivata la primavera?

Free Your Hormones

Campagna sostenuta dal Carlino e da tutti i suoi compagni di cuccia a favore della libertà d’espressione ormonale.

Sì, lo so, siamo dei venduti sponsorizzati dalla Artic, ma ci finanziano in vodka!! come biasimarci?

Il Meraviglioso Mondo di Scopa marzo 11, 2007

Posted by drunkenturtle in AMICI del carlino.
16 comments

Ero all’Irish con Carlino e la barboncina gonfiabile che ha appena comprato su Amazon.
Ormai lui era molesto, io non avevo più soldi ma una birretta ci stava, così ho deciso di farmeli prestare.

“Oh, Carly, non è che mi presti 4 eur..”

Scena balorda, comincia ad abbaiare ed annusare la barboncina in zone che non riporterò, allontanando il muso con faccia schifata di chi ha sniffato un arbre magique.
Si gira, fare sospetto:

“Va bene.. (ride sommessamente) però, devi farmi una sceneggiatura sulle scope, perchè io qeusta barboncina me la.. WOF WOF!”

Cosa non si fa per una pinta.

Scopa è una scopa di città, determinata e desiderosa di successo.
Vive la sua adolescenza in un contesto sociale molto difficile: madre e padre sono ignoti, l’aiuto viene solo dall’amica Ramazza che, come è logico pensare, non riesce a compensare appieno la mancanza dei due.
Il vuoto empirico che ciò ha creato e la precarietà non permettono a Scopa di vivere spensieratamente la sua giovinezza, così è costretto ad accantonare i sogni di gloria per un certo periodo.
Si adatta quindi a un lavoro di ufficio sottopagato.
Qui incontra Clark, il capoufficio, e mocio, che che lo aiuterà a raggiungere le alte sfere.

Clark: Allora, che ti porta qui?
Scopa: Si parte dal basso per sfondare, con tutto il rispetto. Un giorno, sarò una grande scopa!
Clark: Lo sai, è un mondo difficile. Vita intensa, felicità a tratti, destino inc..
Scopa: La pianti di citarmi Shakespeare.
Clark:
(da dietro la porta appare Mocio)
Mocio: Ho sentito tutto.. ok amico, però devi capire che scopare non è più come una volta. Ora Swiffer..
Scopa: Lascia perdere Swiffer. Io riporterò alla  ribalta le scope. Hanno solo bisogno di un leader.
Mocio: Sono con te, ragazzo.. aspettate, mi strizzo e arrivo.
Clark: Fai schifo… Ah, è arrivato finalmente!
Scopa: Chi?
Clark: Non chi, cosa. E’ il catalogo della Folletto, c’è un nuova aspirapolvere che mia moglie..
Scopa: Ah, fighe quelle! Mi fa dare un’occhiata?
Clark: Certo.
(Clark avvicina il giornale al manico, dopo qualche tentativo di affondo lo lascia andare, facendolo cadere per terra)
Scopa:

 

Hanno detto del film:

Mel Brooks
Piuttosto di rivederlo mi farei strappare i peli del culo.. ah, il microfono non è acceso?

Malcolm McDowell
Non dico nulla finchè non vedo i miei soldi.

Kate Moss
Il film è stupendo, soprattutto quando arrivano i cloni e il piccoletto verde rotea come una trottola.

Bob Dole
Scopa è una scopa con i sogni e le speranze di ogni scopa della sua età. Farsi strada  come scopa nel mondo del lavoro delle scope, per una scopa come Scopa è duro, ma grazie a Mocio scopare è più facile. Non ho apprezzato l’attività masturbatoria di quest’ultimo e.. Cosa? “Strizzando“? E che sarebbe?

Nei migliori blog, da …zzvchzvzzzzzz..

DrunkenTurtle

Nudi e crudi marzo 9, 2007

Posted by carlino in Il morso del carlino.
19 comments

La nudità è il trend dell’anno in corso.

Oltre ad essere una moda girare per casa nudi, come ci insegnano le star.
Le star in realtà hanno insegnato poco perchè io giro nudo per casa da quando son nato, sempre che non mi passi per la testa di travestirmi da altro animale. Ma mi travesto sempre da animale nudo.

La novità che la mia fonte autorevole si pregia di segnalarmi ultimamente è che iniziano a nascere anche palestre per nudisti. Adorabile l’immagine di una panca per i pesi su cui si è seduto un muscoloso e aitante uomo nudo, che rialzandosi lascia la sagoma delle sue terga sulla seduta. Direi che ad igiene si va alla grande.

Per non parlare delle alte concentrazioni di marpioni da palestra che, con l’opportunità di avere un intero pubblico di donne nude attorno a loro faranno la fila per ottenere quanto prima la tessera della palestra.

In ogni caso, per questo ultimo problema, ci informa il direttore che :

“Tutti coloro che manifesteranno l’intenzione di flirtare saranno subito espulsi”

Non abbiamo dubbi ad immaginare che, soprattutto ad parte maschile, tale intenzione sarà subito manifesta.
Ho già in mente l’immagine di una montagna di “atleti” scagliati dal direttore davanti alla palestra .

naked

nb. per donne, da sperimentare, la teoria di Coupling per cui, parlando con un uomo basta usare 4 volte la parola “nuda/nudo” per innescare uno stato confusionale. fatemi sapere i risultati eventuali.

COMMENTA

La tartaruga dalla testa di bronzo marzo 8, 2007

Posted by drunkenturtle in AMICI del carlino.
11 comments

C’è sempre una sottile linea, ovunque.

Quando sei ancora piccolo, i casi sono due: o sei testuggine unico e i tuoi genitori ti imbottiscono di tutto ciò che vuoi, probabilmente rendendoti un ciccione viziato senza speranza destinato all’asocialità, o hai fratelli e sorelle testuggine: anche in questo caso, la facilità nel diventare sociopatico è fottutamente spietata.
Si prendono le tue cose, ci giocano e magari le rompono, ti incazzi e la mamma turtle ti mette da parte perchè hai detto sgualdrina, anche non conoscendone il significato, o vaffanbrodo.

In ogni caso, socializzare all’esterno è assai arduo, che tu sia un cicciobastardo o un semplice testuggine unico mancato.
Così, si finisce dalla parte storta della barricata, quella popolata da reietti involuti probabimente in futuro incapaci di parlare in pubblico o di vincere qualche cosa, dotati di difetti fisici che li rendono ridicoli al resto della società, come zampe atrofizzate, gusci sbeccati, sguardo spento o semplicemente un accento sbagliato.
Qui nascono le merde, quelli che Piperita Patty definirebbe “stinfi”, quelli che in futuro vivranno sotto le zampe di qualcuno, sempre ubriachi o strafatti di qualcosa nei casi peggiori, o semplicemente condizionati da un passato poco felice.

Io il guscio l’ho aggiustato, un discorso in pubblico già fatto e ho anche vinto, spesso, ma la precedente è, o è stata, la mia parte di barricata, non tanto per le caratteristiche peggiori, quanto per gli animi che in essa vivono: ci sono gli irrimediabili figli di puttana, ci sono i timidoni infiniti dei miei coglioni. Quello che ci vuole, insomma.

Ogni tanto, durante l’adolescenza, qualcuno ne esce: una tartaruga dalla corazza di bronzo.
Flap. Diventa immediatamente facente parte dell’altra barricata, delle persone speciali, intelligenti: quello che fanno è oro, divertimento come mai si è provato, nuove esperienze, gioie e dolori.
Poi, il tempo passa, la testa è stata placcata in oro, la stessa si è abituata alla situazione e tutto è diventato un po’ più piatto, meno scintillante di quel che ricordasse, ma ora la sua testa è diversa: non ricorda che significhi essere dall’altra parte, o meglio, lo ricorda ma non fa nulla per ricaderci. Così fan tutti, per paura.

(drunkenturtle in automobile, C a piedi, 32enne poco cresciuto e molto antipatico)
C: allora che fate stasera?
Drunken: non so dovresti chiedere agli altri
C: al limite passo da te, dove stai di casa?
Drunken: Me ne sono dimenticato. Sto girovagando per ritrovarla.
Skreeeeeeeeeee

DrunkenTurtle

A volte ritornano marzo 3, 2007

Posted by carlino in cuore di carlino.
12 comments

Giunge infine il tepore primaverile.
Ma pare che in egual modo sia giunto il periodo, oltre che delle pulizie di primavera e del cambio di stagione negli armadi, dei bilanci sulle proprie vite sentimentali.
E’ così che risorge da luoghi reconditi dell’universo la famigerata specie degli ex, sopravvissuta soprattutto per persone troppo bisognose della buona chiusa per troncare di netto (bontà, buonismo, desiderio di salvare capra e cavoli, bisogno di piacere a tutti e sempre.. call it as u want).

Hai detto un ORA di troppo? E ora ti viene richiesto se è ORA. (“Non riesco a star più bene con te ORA”)

Hai risposto ingenuamente ad un invito da amica/o per ricordare i bei vecchi tempi?

Hai accettato di farti riportare il famoso cd che da mesi o anni avevi rimosso dalla memoria?

7 giorni


…quelli che mancano a ricevere l’sms
“Mi sei mancato/a. Quando ci rivediamo?”

prova

Barbie superstar, Barbie rock ‘n roooll marzo 1, 2007

Posted by drunkenturtle in AMICI del carlino.
6 comments


Barbie:
“Wake up, wake up on a saturday night!”.. fi, mi hanno anche migliorato la voce. Ken?

Drunken: Non c’è. So che in commissione se la sono giocata su due cantanti. Uno è Tiziano Ferro.

Barbie: …

Drunken: No, l’altro non so.

(si apre la porta del reparto plastica facciale

Ken: “Questa vita è una catena, alle volte fa un po’ male!”

Drunken: Preparo un godfather

Barbie: Due

Aspetto l’associazione del Fronte Liberazione da Hilary “Barbie” Duff.

DrunkenTurtle

And I Wonder (meglio un cane eroe o un eroe cane?) febbraio 25, 2007

Posted by carlino in curiosità, Il morso del carlino, lynda-con-la-ipsilon, Vip of the week.
14 comments

Cosa è successo ai fianchi di Lynda-con-la-ipsilon Carter?

clessidra

Nonostante la strana convessità alquanto innaturale sotto la cintura, noi le vogliamo comunque bene così com’è.

sfiwonder Soprattutto per essere una pin up formosa e vistosa che appena mette su un paio di occhiali diventa anonima e anche un po’ sfigata.
Da sfigati sappiamo benissimo che con un hot pants blu e un top rosso fuoco diventeremmo automaticamente anche meglio di lei.

E’ solo che noi non vogliamo toglierci gli occhiali.

dimapantIn ogni caso è ampiamente provata la relazione tra Lynda-con-la-ipsilon e Devidasselof: nella foto Lynda indossa infatti capi della collezione primavera/estate 1982 di Baywatch (compreso il Dimapant).

IL SEGRETO DI LYNDA:

Assumendo una posizione speciale Lynda-con-la-ipsilon può trasformarsi in Wonder Dog, beniamina di tutti gli animaletti da compagnia.

Vi sconsiglio di fare altrettanto, l’unica volta che ci ho provato io, sono diventato un carlino, e non ho ancora capito come si torni indietro.

POSIZIONE SPECIALE ……………….. -> ……………….. WONDERDOG
cane
wonder barboncino

.

Stendardi Drunkenturtle febbraio 23, 2007

Posted by drunkenturtle in Il morso del carlino.
5 comments

Ci sono momenti nella storia in cui avvengono rivoluzioni, nelle quali si decidono le sorti del pianeta intero.

12 ottobre 1492 – Colombo sbocca l’impossibile sull’isola di San Salvador dopo lungo viaggiare.
20 febbraio 1968 – Colombo risolve un caso di rilevanza internazionale, strafatto di Vin Brulè.
6 gennaio 2007 – Un colombo mi cilindra la testa a Firenze, mentre sorseggio un Chianti.

Al momento stesso in cui si desidera aggiungere un nuovo personaggio ad un qualsiasi media di intrattenimento globale, implicitamente si dichiara al mondo debolezza. Il Carlino lo sa, per questo le mie apparizioni non saranno poi così frequenti (palese scusa per coprire il fatto che me ne sto ciocco marcio a pancia in su sulla cuccia tutto il tempo, scendo solo quando devo fare finta di pagare l’affitto).

Ci ho parlato, con il Carlino:

Carlino: Drunk, non ti andrebbe di scrivere qualcosa sul blog?
Drunk: Non so, che mi viene in tasca?
Carlino: Fama?
Drunk: Umpf.
Carlino: Riconoscenza?
Drunk:
Carlino: Beh, siccome sei un po’ in debito sull’affitto..
Drunk: Sei un bastardo.
Carlino: Carlino prego.
Drunk: Ci sto, ma voglio una media a intervento.
Carlino: E sia.

DrunkenTurtle


IL CARLINO DA BRAVO PADRONE DI CASA OMAGGIA IL NUOVO OSPITE PUBBLICANDO UNA SUA RARA IMMAGINE PERSONALE

drunkenturtle

(ça va sans dir – è negroni)

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.