jump to navigation

We’re only in it for the money novembre 12, 2006

Posted by carlino in Carlino's Way.
trackback

carlyBene. Sfogliando i settimanali di moda della mia padroncina ho appena scoperto che oltre ai capelli neri quest’anno si usa la frangetta. E che Kate Moss è l’icona dell’antimoda.

E io che pensavo che l’icona dell’antimoda fosse Kurt Cobain. Però effettivamente Kurt dall’aldilà quest’anno ha guadagnato molto più della Moss (50 milioni di $). Pare che lei abbia detto al suo agente che dopo la coca l’anno prossimo proverà a morire per alzare il suo cachet. In ogni caso, se tanti comprano, vorrà dire che l’antimoda è di moda.

Effettivamente va di moda dichiararsi alternativi (ma questo è in auge già da qualche anno) e rifarsi il look nei mercatini dell’alternativo codificato. Dove l’anno scorso si usavano le collane a palline di lana cotta, mentre quest’anno mi pare vadano i bracciali di legno dipinto. Tattoo&piercing sono out, anche perchè ormai anche la nonna del papa ne ha uno.

Piuttosto, quest’anno va di moda avere aspirazioni autoriali su un blog.

Va di moda dichiarare il posto più strano in cui si è fatto l’amore. Magari con la tantra chair.

Va di moda essere creativi e dire di saper usare photoshop.

cineseVa di moda dire “è tutta colpa della Cina”.

Va di moda parlare della “depressione post partum” con aria da esperti.

Va di moda scagliarsi contro il trash conoscendo a memoria i nomi di tutti i personaggi dei reality (io li so tutti, sono circa 50 – altro che Imperatori romani).

falettiVa di moda aver letto tutti i libri di Faletti. E va egualmente di moda dire di non averne letto nessuno “per principio”. (Sostituite a scelta Dan Brown o Moccia al posto di Faletti.. il resto non cambia)

Va di moda dire “a 360°”.

Va di moda seguire tutte le serie TV in cui ci sia almeno un viaggio flash negli organi interni. Io ho visto La Macchina Meravigliosa di Piero Angela, vale?!

Va di moda citare frasi di altri e vantarsi come se fossero proprie.

starkVa di moda dire “è un oggetto di design” quando non si capisce come usare un oggetto costoso (o per giustificarne l’acquisto).

Va di moda uploadare video da Youtube.

Va di moda Madonna. Ma lei è ormai come il ritorno degli anni 70. Perenne.

Va di moda aver visto almeno una mostra su Caravaggio. Con le audioguide però.

Va di moda fare elenchi.

Va di moda dichiarare di essere contrari alle mode.

Ora che posso dire di più.

Io per quest’anno ho fatto quasi tutto questo, quindi sono alla moda. Mi manca solo rifarmi il guardaroba con le nuances dell’oro e del marrone e attivare un contest su questo blog (attendete fiduciosi comunque).

Confido diventi di moda anche convivere in una cuccia con un Kiwi ed un Esoschelitronic, così da poter stare più tranquillo.

Il mio Do’s di quest’anno però è assolutamente questo artista ventisettenne: Peter Tornquist. Aspetto quanto prima che preparino le audioguide per avere ulteriori informazioni.

gucci

Ora comunque sapete cosa regalarmi per Natale.

Ho dimenticato qualcosa? Non lasciatemi sulle spine, rischio di essere cacciato dalla cuccia se non seguo tutti i Must di quest’anno!

Post ispirato dai suggerimenti artistici di una persona che riconoscerà il titolo del post.

Annunci

Commenti»

1. chissenefrega - novembre 12, 2006

Porca miseria, anche io sono di moda, quindi.. ho fatto tutto quello che c’è nella lista, ho pure parlato della “depressione post partum”…
bellissima la sega elettrica pelosa firmata gucci, comunque… :mrgreen:

2. Todomodo - novembre 12, 2006

Mi va di lusso, non posso dir né di esser per né contro. Ma una molotov non mi spiacerebbe, in certi casi (in altri basta una motosega)

3. Aleyakke - novembre 12, 2006

dimenticavi che va di moda guardare solo: “desperate houswifes”, convinti che tutte (anche le nostrane) sono dei pezzi di fica, ma il mio amico idraulico smentisce, non sono male, ma non la danno più come una volta!
Alex

4. Mat - novembre 12, 2006

Caravaggio sarà stato anche uno in gamba, ma in confronto a Peter Gronquist è davvero indietro!
Lui sì che è un genio!!! 😉 :S

5. Cherrydelicious - novembre 12, 2006

Su un blog una volta oltre della sega elettrica di Gucci, anche del porta dentifricio di Christian Dior!
Questo si che è un vero “oggetto di design”,e mi dispiace per chi non lo possiede, ma non potrà dire di essere veramente al passo!
Ahahahahhahah

6. Cherrydelicious - novembre 12, 2006

Errata Corrige: Su un blg una volta oltre della sega elettrica di gucci HO LETTO anche del porta dentifricio di Chrisian Dior!!!
Scuate

7. Azathoth - novembre 12, 2006

Io di queste cose ne ho fatte solo un paio: ho letto i libri di Faletti, ho aperto un blog e ho detto ‘è un oggetto di design’ per giustificare il copri-divano che avevo cucito in modo orrendo.
Se entro la fine dell’anno riesco a fare anche tutte le altre per la prima volta nella mia esistenza posso ritenermi una tipa alla moda!!! 😉

8. Düsseldorfer - novembre 12, 2006

Per YouTube e posti strani in cui fare l’amore rientro nei modisti! 😦
…almeno mi salvo nel settore reality dove vomito ogni volta che li vedo e nei libri di Faletti che non sono mai riuscito ad andare oltre pagina 10! 🙂

9. man0lo - novembre 12, 2006

io faletti preferisco ricordarlo quando si faceva chiamare vito catozzo a drive in.

10. Novocaine - novembre 12, 2006

Faletti… io ho letto tutti i suoi libri e credo si sarebbe dovuto fermare al primo 😉

mmmhhh dimenticato qualcosa? Va di moda girare un video hard con il proprio partner e poi ritrovarselo in giro per il web… è un must! e non ce l’hai sei out! ;)))

11. hubrys - novembre 12, 2006

ah! ma questo è un test di quelli che vanno di moda sui blogs!
allora rispondo.
1. alternativo: sì, anche se mi piace anche “controinformato”, “nologo” e anche “desaturato”
2. in chiesa.
3. uso anche autocad!
4. più della cina, è ancora più di moda dire che è colpa dell’11 settembre. (l’economia va male? depressione post partum? la benzina costa na cifra? i tatuaggi e i pirsing non vanno più di moda? è colpa dell’11/9)
5. vedi sopra
6. amare il trash non conoscendolo, può essere di moda?
7. non leggerò mai un libro dell’icoma del trash (che amo). il tenente vito capuozzo. il codice da vinci non l0’ho letto per principio, ma mi sono letto tutto lo scibile circa le verità e le falsità del codice da vinci.
8. qui sono furoi moda. preferisco dire sempre “a 90°”.
9. cito frasi di altri, mischiandole, e poi cito una fonte a casaccio (probelmi di memoria).
10. una testa di grifo in piombo fuso del peso di tre chili e mezzo che si staglia sulla mia libreria e spaventa chiunque può essere considerato un oggetto trash, ma di design.
11. non sono capace.
12. cito spesso la madonna nei miei discorsi.
13. caravaggio, puttroppo, è il mio pittore preferito. vicino la libreria di cui sopra, c’è una orrenda stampa di un davide e golia con la testa sanguinante, che spaventa più della testa di grifo in piombo.
14. elenchi? odio fare elenchi.
15. infatti.
16. spero di aver vinto quersto contest.
ehm. scusa la prolissità. va anche di moda parlare sopra gli altri e fare spam…

12. Signor Ponza - novembre 12, 2006

Direi che anch’io sono ufficialmente alla moda, dato che ho fatto la maggior parte di quelle cose. E poi sono stato pure al concerto di Madonna, quindi direi che posso entrarci di diritto.

13. Arte - novembre 13, 2006

io sono fuori moda… ahimè!

14. FulviaLeopardi - novembre 13, 2006

non sono alla moda
evvai

15. Captain's Charisma - novembre 13, 2006

O cazzo, vuoi dir che sono fuori moda? vado a suicidarmi nel bagno aziendale…addio…

16. Lucio - novembre 13, 2006

la domanda è: essere o non essere allamoda/fuorimoda che vantaggi/svantaggi sociali comporta?

17. La*Cla - novembre 13, 2006

ed io che pensavo di essere trendy…che delusione scoprire di non esserlo.
Però le paperine glitterate color bronzo, almeno quelle, le ho comprate: le aspettavo da quando avevo 6 anni!

18. Richard Gekko - novembre 13, 2006

Ne parlavo con amici proprio giorni fa: non si sa più come fare per essere alternativi…
secondo me la nuova frontiera è proprio cercare la morte, magari solo fingerla, è poi ritornare in gran spolvero.

19. roselia - novembre 13, 2006

va anche di moda lasciare i libri che si leggono in giro per il mondo!

20. paciugo - novembre 16, 2006

dunque, fammi capire se ho capito; io sono in debito di capelli, pertanto non posso portare la frangia… significa che io sono un’icona?!
che meraviglia, tutto questo mi rallegra parecchio!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: