jump to navigation

La vendetta è un piatto che si serve.. bollito? gennaio 30, 2007

Posted by carlino in Il morso del carlino, Occhi a palla sgranati.
11 comments

Geloso e possessivo.
Ma non geloso e possessivo così a caso.
La mia urbanità potrebbe essere davvero turbata dalla scoperta flagrante di un tradimento.

Conosco tanti animaletti del bosco che hanno sviluppato l’applicazione del perdono come norma del quieto vivere. Ma questa lezione dell’addestramento per cani io l’ho bigiata per andare a fare shopping quindi nn sono formato in merito.

Poi, non dimentichiamo che sono anche contraddittorio e a tratti bugiardo, quindi potrei “apparire” saltuariamente in torto, ma la realtà è che ci sono una serie di momenti scatenanti in cui tutto il mio pacifismo e la mia incapacità alla violenza diventano solo un ricordo. Lo so, questo potrebbe sembrare un post minatorio, ma vi ricordo che la frase “a tratti bugiardo” ha innescato il paradosso sulla veridicità delle mie parole.

Dovete cmq sapere che ho seguito un seminario in Thailandia sul potere della vendetta.

canarino

Avviso per i bambini all’ascolto: non fate questi giochi con gli amichetti, potrebbero essere poco contenti di questa “mancanza” soprattutto raggiunta l’età puberale. Il carlino scherza, tranquilli.

PS – Licia mi suggerisce che non si può fare neanche alle formiche.

dramma della gelosia

Annunci

Sono un cane non animalista gennaio 26, 2007

Posted by carlino in animali, cani, Il morso del carlino, Occhi a palla sgranati, stranezze.
25 comments

Già. Sono un cane non animalista.
E questo non implica che io ami praticare la caccia, squartare i gatti vivi o praticare torture ai babbuini. Io amo la pelle animale. La mia.
Non farei del male ad una mosca. Un po’ perchè penso sempre alla sua allegra famigliola in una cuccia simile alla mia. Mi faccio perfino pungere dalle zanzare per lo stesso scrupolo.
Però non sono un animalista.

Perchè non penso innanzitutto al fatto che ogni 30 secondi muoia per mano umana un animale nel mondo – come ho sentito dire ad una manifestazione – perchè sono sopraffatto dal pensiero di quanti uomini muoiano per la stessa mano, nello stesso tempo.

Perchè
trovo strano che davanti alla Rinascente i manifestanti contro le pellicce abbiano le Ethnies in pelle.

liciaPerchè non capisco la ragione per cui per evitare la violenza sugli animali si debba inneggiare alla morte degli scienziati e dei ricercatori vivisezionatori. Non è sempre violenza?

Forse è perchè sono troppo ingenuo che non sono animalista..

Ma soprattutto. Non capisco cosa vogliano Licia Colò e i suoi adepti.

Avrà detto qualcuno a Licia che iniettarsi sostanze sintetiche per gonfiare le labbra e distendere i lineamenti non è affatto una pratica naturale, anche se finge un look acqua e sapone?

LICIA COLO’ – Dramma in atto unico

Scena ambientata nello studio. Ospite un esperto di formiche con la sua arnia di plastica tutta piena di formiche. Licia Colò con sguardo da invasata loda le care amiche formichine. La sentisse il formichiere. O una qualsiasi casalinga dalla casa invasa. Si passa all’intervista del simpatico pubblico di bimbi decenni.

Licia Colò: Cari bambini, vi piacciono le formichine, ci giocate con le formichine?
(Nota del Carlino: avete mai visto un bambino che gioca con le formichine? Non sono bambole, come fai a giocarci? Il meglio che puoi fare con una formica a 10 anni è tagliare loro la strada che le riporta al formicaio, versarci sopra dell’acqua, o fare esperimenti di combustione con una lente d’ingrandimento e il sole – nessuno di questi è un gioco animalista)

I bambini parlano tutti insieme sovrapponendosi. Ma Licia ha sentito. Ha sentito l’INSENTIBILE.

Licia Colò: Tu, TU, cosa hai detto? Ti ho sentito! (il bambino inquadrato sgrana gli occhi e inizia a tentennare) Ripeti quello che hai detto, dai!

Bambino: Ma.. io.. io ci gioco con le formiche.. a me piacciono.. le faccio salire sui miei animali..

Licia Colò: ANIMALI!?

Bambino: Sì.. animali… ma di plastica, eh! Sì, e poi le porto nella mia stanza…

Licia Colò: Non è vero, io ti ho sentito!!! Hai detto che tu le schiacci (mimando l’azione dello schiacciarle per enfatizzare la cosa e guardando in camera con occhi cattivissimi)

Bambino: No.. cioè.. no, a me piacciono le formiche, io ci gioco.. io non..

Licia Colò: Ripetilo, su, dai, ripetilo al microfono, cos’è, hai paura?! Tu le schiacci le formiche, ti ho sentito, le schiacci!!!

Inquadratura sul bambino che si fa piccolo piccolo con gli occhi sbarrati e fa segno di no terrorizzato.

Licia Colò: E ora i consigli per gli acquisti.

– SARA’ STATO ANCORA IN STUDIO IL BAMBINO AL RITORNO? O era diventato un tappeto per la casa di Licia Colò? Ma il bambino è un animale? E se lo è, lo si può maltrattare? A questa e altre domande non ho voluto rispondere –

COMMENTA

Onder su onder gennaio 25, 2007

Posted by carlino in Il morso del carlino.
15 comments

luciano onderOggi vi parlo di un problema serio.

Luciano Onder mi fa paura.

Per i più ingenui di voi che non sanno chi sia Luciano Onder, vi comunico che oltre ad essere una potenza del male, si tratta del vice direttore del Tg2, ma soprattutto, del conduttore di Medicina 33 e TG2 Salute.

Io sono fondamentalmente convinto di essere affetto da ogni malattia di cui lui parli.

onder 2E soprattutto ho il terrore della sua flemma e della sua voce acuta e inquisitoria.

Cmq, la notizia è che oggi ho scoperto di essere affetto di discalcolia – ovvero di incapacità a fare calcoli matematici, di osteoporosi e sono stato terrorizzato dal servizio sui tumori ai testicoli (chi è al corrente della mia personalità principale potrà iniziare a ridere a questo punto).

Non è che sono ipocondriaco, o meglio, non solo.

Io credo di essere affetto solo delle malattie che nomina Luciano Onder.

E soprattutto non so quale sia la pratica stregonesca per cui non riesco a cambiare canale. Ieri durante il pranzo ho assistito ad una Colonoscopia la cui visione è piacevole quasi come la pubblicità dell’Algasiv e il telecomando non ha acconsentito a spegnere la tv.

La terapia consigliata dallo stesso Onder per questo mio problema è vedere una puntata di Studio Aperto, equivalente all’incirca ad una lobotomia frontale. Non dico Lucignolo perchè per ora mi basta la lobotomia, l’asportazione integrale del cervello la tengo per patologie più gravi.

 COMMENTA

Do your own Sect! gennaio 22, 2007

Posted by carlino in Carlino's Way, demenzialità, Il morso del carlino.
14 comments

Fin da quando ero un cucciolo mi chiedevo cosa avrei potuto fare da grande. Ovviamente mia madre mi rispondeva “Que sera sera”, è da allora che soffro di una lieve schizofrenia. Finalmente però, dopo anni di dubbi, ho la mia risposta.

Io da grande avrò una SETTA.

Ecco perchè ho chiesto a Muciaccia di spiegarci come fare una Setta:

muciaOra cari bambini vi spiego come si costruisce una setta.

E’ già pronta la colla vinilica?

E le forbicine hanno le punte arrotondate?

Orsù, iniziamo!

1) Scegliete un adatto oggetto di adorazione.

Scegliere me stesso sarebbe stato troppo ovvio, pertanto vi comunico che la mia setta adorerà i TELETUBBIES. I Teletubbies saranno l’unico ponte tra la realtà terrena e il VODORB che è l’aldilà celeste della gioia e della soddisfazione.

2) Inventate un codice per cui solo pochi eletti potranno partecipare alla vostra setta.

In questo caso gli eletti saranno in grado di riconoscere un teletubbie dall’altro. Chi di voi saprebbe distinguere Tinky Winky, Dipsy, Laa-Laa, e Po?

3) Trovate un messaggio recondito che possa essere compreso solo dagli aderenti alla setta.

Lo sapevate che se registrate e rallentate le parole dei Teletubbies, in realtà ascoltate le parole di una divinità superiore di provenienza aliena? Solo imparando a parlare la lingua dei teletubbies avrete la possibilità di rientrare nel vostro sacro VODORB.

4) Mettete annunci sui giornali in cui comunicate l’apertura della setta e ricercate i vostri adepti.

“A.A.A. cercasi giovani frustrati e senza personalità, possibilmente in cerca di un perchè nella vita e desiderosi di adorare una persona qualsiasi come un dio. Possibilmente abbienti e/o con lauto stipendio fisso da devolvere alla causa comune (qualunque essa sia). Il test d’ingresso alla setta verterà sul contenuto del Codice Da Vinci. Per donazioni C/C 342378. Le donazioni sono libere e ad offerta (a partire dalla metà del vostro reddito attuale), anche se siamo spiacenti di comunicarvi che chi non pagherà sarà soggetto ad un’eterna maledizione.”

5) Scegliete un comune motivo di odio in modo da distrarre su esso ogni colpa dei mali nel mondo.

Se piove. E’ colpa di Pippo Baudo. Se avete l’acne. E’ colpa di Pippo Baudo. Se la ragazza vi tradisce e vi lascia insultandovi per le vostre scarse capacità sessuali. E’ colpa di Pippo Baudo. Se siete calvi. E’ colpa di Pippo Baudo. etc..etc.. E ovviamente Pippo Baudo è il nemico giurato dei Teletubbies.

6) Inventate strane pratiche comunitarie.

Noi (plurale maiestatis) che siamo organizzatori furbi, evitiamo gli omicidi o i suicidi di massa perchè oltre a portare noiosi problemi legali, cosa assai più grave, ci toglierebbero gli adepti! Pertanto le nostre pratiche consisteranno in girotondi cantando le canzoni dei Teletubbies, sessioni di preghiera scandendo LA-NAa-LA-NAa-LA-NAa-LA-NAa ed esorcismi su persone possedute da Pippo Baudo (BLEAH!).

7) Ideate un sistema gerarchico.

Prendete a modello i boyscout. Di solito funziona.

8) Riscuotete, riscuotete, riscuotete.

Non dimenticate di farvi dare i soldi. A tal scopo è conveniente avere appositi adepti addetti alla riscossione. Ecco, quelli tatuati e muscolosi vanno bene.

Ed ora siete pronti! Fate la vostra setta, ma prima di partire con il vostro gioco, mettetemi al corrente dei vostri oggetti di adorazione, sto appunto cercando una setta adatta…

COMMENTA

 

teletubbies

 

Grande concorso i-dentici gennaio 18, 2007

Posted by carlino in concorso, curiosità, demenzialità, Il morso del carlino, Occhi a palla sgranati, stranezze, Vip of the week.
14 comments

Per venire in contro alla pressante insistenza del Dottor Pex, inauguriamo il

GRANDE CONCORSO I-DENTICI

Nonostante l’evidente conflitto di interessi con il titolo del concorso, il premio sarà un occhio di triglia smaltato in oro.

Iniziate a premunirvi del necessario paio di belga doppiomalto….

Trovate le 4 somiglianze tra le entità viventi* sotto raffigurate.

silvio ryantriglia

Zeppola-Muccino, Ryan-Sguardofisso-Atwood e la nostra adorabile sexyTRIGLIA

*sono attualmente in corso ricerche per accertarsi che i primi due personaggi appartengano alla specie umana

 COMMENTA

L’ALGA ASSASSINA MENEGHINA gennaio 12, 2007

Posted by carlino in I FILM del Carlino.
13 comments

se vi chiedete “perchè” basta leggere l’intro

Un’alga assassina generata da un battere diffuso in città da un perfido carlino esce dai Navigli e inizia a ricoprire interamente la città di Milano.

alga assassina

La tangenziale è intasata di gente che decide di andare a farsi il w-end in liguria usando come giustificativo a lavoro l’alga killer. I simboli di Milano: il Pirellone, il Duomo.. San Siro (!!) sono ormai ricoperti dalla venefica melma verde.

Nelle sale del potere di Milano la Moratti si aggiusta il trucco pensando alle telecamere. Mentre indossa il nuovo collier di brillanti regalatole dal marito esclama: “Solo due persone possono salvare la città meneghina! Raimondo Vianello e Sandra Mondaini!!”

Ma loro per contratto non possono uscire dai Sacri Confini : il loro letto matrimoniale sito a Milano 2.

massimo boldiLetizia deve trovare un’alternativa. Mettendosi il fard rosa esclama illuminata: “Ma io ho il mio eroe figo e senza macchia: Massimo Boldi!!”.

La tipica scienziata sapiente e strafiga da film catastrofico che interviene a questo punto, arrivando con un aereo privato da Torino, è Rita Levi Montalcini. Appena abbandonata dal suo adorato Piero Angela, che la lascia per amore della scienza, è in cerca di consolazione. E’ ovvio che nascerà una love story tra i due nel corso dell’avventura.

rickyNella parte del militare duro e senza paura che viene eliminato al 15′ del film: l’onnipresente Ricky Memphis. Che ogni tanto è colto da amnesia e non ricorda se stavolta fa il carabiniere o il mafioso. Spara tutto un caricatore contro la melma ma non c’è modo di salvarsi, scivola e sbatte la testa contro un panettone.

silvio Nella parte dello scienziato fifone che verrà eliminato al 22′ del film: Silvio “Zeppola” Muccino che, spirando assalito dall’alga, biascica con la sua lingua di pezza il metodo per salvare la terra, ma nessuno lo capisce. A quel punto tutti festeggiano la sua morte gridando “Zero Zero Summer – perchè tu sei uno Zero”.

iacchettiMassimo Iacchetti (fratello segreto di Enzo) nella parte della spia della CIA, doppiogiochista filorusso che lavora per il KGB. Scoperto grazie al dossier Mitrokin poco prima che cerchi di vendere delle caramelle al Polonio ai bambini, viene eliminato da Massimo Boldi con la sua pistola laser al 32′. La Corvaglia, amante di entrambi i fratelli, sopraggiunge nuda, e dopo un paio di lacrime di circostanza in pose (artistiche) da calendario dice: “Ok, ora torno da Emilio Fede”.

Massimo e Rita ora corrono contro il tempo.

Il simbolo di Milano, la Madunina, è ormai sovrastato dall’alga.

I milanesi mentre spirano avvelenati si consolano dando la colpa di tutto ai terroni e agli extracomunitari. Ed effettivamente i pakistani che vendono rose, tampinando l’alga, ne hanno accelerato il cammino. Ormai manca poco a che arrivi a Palazzo Marino…

Massimo ci lascia, alla fine del primo tempo, in tensione con uno dei suoi sguardi più espressivamente scioccanti che sicuramente gli varrà l’Oscar!

c_10_immagine_4488_fileimmagine.jpg

CONTINUA..

Commenta

L’alga assassina meneghina – intro gennaio 12, 2007

Posted by carlino in I FILM del Carlino.
1 comment so far

Lo so, sono un cane sanguinario, ma ho sempre amato le tragedie naturali, nella realtà, ma soprattutto nei film: stranamente pare che tutti i disastri naturali distruggano tutta la Terra tranne Los Angeles o New York, che di solito sono però anche l’epicentro del problema.

Ovviamente noi tutti sappiamo che Los Angeles e i suoi dintorni sono risparmiati solo per la presenza a Santa Monica di Sua Altezza Reale David Hasselof.

Qualcuno piuttosto mi spiega perchè devono fare sempre vedere solo la distruzione di Roma? Pretendo la par condicio per vedere almeno una volta il Duomo colpito da un meteorite, o le trombe d’aria in Corso Buenos Ayres, o il Castello Sforzesco sott’acqua!!

Ora lo farò io il mio film catastrofico.

Joe Spaniel gennaio 4, 2007

Posted by carlino in Il morso del carlino.
11 comments

selvaggio

Ultimamente desidero sempre più avere un Cocker, solo per spettinarlo e chiamarlo Joe.

Solo che i Cocker non hanno basette alla Wolverine.. e hanno espressioni molto meno canine.

A limite per identità espressiva mi compro un Jack Nicholson da tenere in casa per addestrarmi alla Terapia d’Urto. Tanto di notte diventa Wolf e posso dividere con lui la cuccia.. ormai, uno più, uno meno! La mia padroncina “So Stylish” non si lamenterà: si sta sollazzando con Amendola. Anche lui effettivamente deve appartenere alla stessa specie animale.

Unchain my heart….

joe

strange