jump to navigation

Drunkenturtle vs Leopardi marzo 24, 2007

Posted by drunkenturtle in AMICI del carlino.
16 comments

Io e Leo stavamo scrivendo questo saggio, no, sul tassino e la sua Liberata.
In pratica Leo si è fissato con la storia del poco amabile, dell’amabile su per giù e dell’amabile appalla, che poi quando gli ho detto appalla voleva riscrivere tutto.
Insomma, su rinaldo non sa decidersi. E’ più amabile di goffredo, è una merda rispetto ad achille.

(Drunkenturtle chino sulla scrivania, carta e penna)

Drunken:
 allora Rinaldo è amabile o no?
Leopardi: Beh..
Drunken:
Leopardi: .. ecco, sai.. l’uomo trova sempre alcuna diversità che l’inclini ad elegger l’una e l’altra rifiut..
Drunken: OH, non ricominciare, bisogna decidere. Scelgo io: non amabil..
Leopardi: Si.. no.. tuttavia, il confronto con Goffredo..
Drunken: A-A-A! Bada! O niente carbonara.
Leopardi: Intesi.. ma ho la netta sensazione che il saggio sulla Gerusalemme non piacerà..
Drunken: Ti venga un brutto male agli occhi.

(a pranzo)

Leopardi: Scusa..
Drunken: Il sale? Ecco.
Leopardi: No.. in realt..
Drunken: AH, pipì!? Di là, seconda a destra.
Leopardi: …ehhh.
Drunken: … amabile, cazzo.
Leopardi: Si.. si… è giusto.
Drunken: Stappo il montenegro.

Drunkenturtle

Annunci

F.Y.H. Day marzo 16, 2007

Posted by carlino in Il morso del carlino.
10 comments

Avete sentito che è arrivata la primavera?

Free Your Hormones

Campagna sostenuta dal Carlino e da tutti i suoi compagni di cuccia a favore della libertà d’espressione ormonale.

Sì, lo so, siamo dei venduti sponsorizzati dalla Artic, ma ci finanziano in vodka!! come biasimarci?

Il Meraviglioso Mondo di Scopa marzo 11, 2007

Posted by drunkenturtle in AMICI del carlino.
16 comments

Ero all’Irish con Carlino e la barboncina gonfiabile che ha appena comprato su Amazon.
Ormai lui era molesto, io non avevo più soldi ma una birretta ci stava, così ho deciso di farmeli prestare.

“Oh, Carly, non è che mi presti 4 eur..”

Scena balorda, comincia ad abbaiare ed annusare la barboncina in zone che non riporterò, allontanando il muso con faccia schifata di chi ha sniffato un arbre magique.
Si gira, fare sospetto:

“Va bene.. (ride sommessamente) però, devi farmi una sceneggiatura sulle scope, perchè io qeusta barboncina me la.. WOF WOF!”

Cosa non si fa per una pinta.

Scopa è una scopa di città, determinata e desiderosa di successo.
Vive la sua adolescenza in un contesto sociale molto difficile: madre e padre sono ignoti, l’aiuto viene solo dall’amica Ramazza che, come è logico pensare, non riesce a compensare appieno la mancanza dei due.
Il vuoto empirico che ciò ha creato e la precarietà non permettono a Scopa di vivere spensieratamente la sua giovinezza, così è costretto ad accantonare i sogni di gloria per un certo periodo.
Si adatta quindi a un lavoro di ufficio sottopagato.
Qui incontra Clark, il capoufficio, e mocio, che che lo aiuterà a raggiungere le alte sfere.

Clark: Allora, che ti porta qui?
Scopa: Si parte dal basso per sfondare, con tutto il rispetto. Un giorno, sarò una grande scopa!
Clark: Lo sai, è un mondo difficile. Vita intensa, felicità a tratti, destino inc..
Scopa: La pianti di citarmi Shakespeare.
Clark:
(da dietro la porta appare Mocio)
Mocio: Ho sentito tutto.. ok amico, però devi capire che scopare non è più come una volta. Ora Swiffer..
Scopa: Lascia perdere Swiffer. Io riporterò alla  ribalta le scope. Hanno solo bisogno di un leader.
Mocio: Sono con te, ragazzo.. aspettate, mi strizzo e arrivo.
Clark: Fai schifo… Ah, è arrivato finalmente!
Scopa: Chi?
Clark: Non chi, cosa. E’ il catalogo della Folletto, c’è un nuova aspirapolvere che mia moglie..
Scopa: Ah, fighe quelle! Mi fa dare un’occhiata?
Clark: Certo.
(Clark avvicina il giornale al manico, dopo qualche tentativo di affondo lo lascia andare, facendolo cadere per terra)
Scopa:

 

Hanno detto del film:

Mel Brooks
Piuttosto di rivederlo mi farei strappare i peli del culo.. ah, il microfono non è acceso?

Malcolm McDowell
Non dico nulla finchè non vedo i miei soldi.

Kate Moss
Il film è stupendo, soprattutto quando arrivano i cloni e il piccoletto verde rotea come una trottola.

Bob Dole
Scopa è una scopa con i sogni e le speranze di ogni scopa della sua età. Farsi strada  come scopa nel mondo del lavoro delle scope, per una scopa come Scopa è duro, ma grazie a Mocio scopare è più facile. Non ho apprezzato l’attività masturbatoria di quest’ultimo e.. Cosa? “Strizzando“? E che sarebbe?

Nei migliori blog, da …zzvchzvzzzzzz..

DrunkenTurtle

Nudi e crudi marzo 9, 2007

Posted by carlino in Il morso del carlino.
19 comments

La nudità è il trend dell’anno in corso.

Oltre ad essere una moda girare per casa nudi, come ci insegnano le star.
Le star in realtà hanno insegnato poco perchè io giro nudo per casa da quando son nato, sempre che non mi passi per la testa di travestirmi da altro animale. Ma mi travesto sempre da animale nudo.

La novità che la mia fonte autorevole si pregia di segnalarmi ultimamente è che iniziano a nascere anche palestre per nudisti. Adorabile l’immagine di una panca per i pesi su cui si è seduto un muscoloso e aitante uomo nudo, che rialzandosi lascia la sagoma delle sue terga sulla seduta. Direi che ad igiene si va alla grande.

Per non parlare delle alte concentrazioni di marpioni da palestra che, con l’opportunità di avere un intero pubblico di donne nude attorno a loro faranno la fila per ottenere quanto prima la tessera della palestra.

In ogni caso, per questo ultimo problema, ci informa il direttore che :

“Tutti coloro che manifesteranno l’intenzione di flirtare saranno subito espulsi”

Non abbiamo dubbi ad immaginare che, soprattutto ad parte maschile, tale intenzione sarà subito manifesta.
Ho già in mente l’immagine di una montagna di “atleti” scagliati dal direttore davanti alla palestra .

naked

nb. per donne, da sperimentare, la teoria di Coupling per cui, parlando con un uomo basta usare 4 volte la parola “nuda/nudo” per innescare uno stato confusionale. fatemi sapere i risultati eventuali.

COMMENTA

La tartaruga dalla testa di bronzo marzo 8, 2007

Posted by drunkenturtle in AMICI del carlino.
11 comments

C’è sempre una sottile linea, ovunque.

Quando sei ancora piccolo, i casi sono due: o sei testuggine unico e i tuoi genitori ti imbottiscono di tutto ciò che vuoi, probabilmente rendendoti un ciccione viziato senza speranza destinato all’asocialità, o hai fratelli e sorelle testuggine: anche in questo caso, la facilità nel diventare sociopatico è fottutamente spietata.
Si prendono le tue cose, ci giocano e magari le rompono, ti incazzi e la mamma turtle ti mette da parte perchè hai detto sgualdrina, anche non conoscendone il significato, o vaffanbrodo.

In ogni caso, socializzare all’esterno è assai arduo, che tu sia un cicciobastardo o un semplice testuggine unico mancato.
Così, si finisce dalla parte storta della barricata, quella popolata da reietti involuti probabimente in futuro incapaci di parlare in pubblico o di vincere qualche cosa, dotati di difetti fisici che li rendono ridicoli al resto della società, come zampe atrofizzate, gusci sbeccati, sguardo spento o semplicemente un accento sbagliato.
Qui nascono le merde, quelli che Piperita Patty definirebbe “stinfi”, quelli che in futuro vivranno sotto le zampe di qualcuno, sempre ubriachi o strafatti di qualcosa nei casi peggiori, o semplicemente condizionati da un passato poco felice.

Io il guscio l’ho aggiustato, un discorso in pubblico già fatto e ho anche vinto, spesso, ma la precedente è, o è stata, la mia parte di barricata, non tanto per le caratteristiche peggiori, quanto per gli animi che in essa vivono: ci sono gli irrimediabili figli di puttana, ci sono i timidoni infiniti dei miei coglioni. Quello che ci vuole, insomma.

Ogni tanto, durante l’adolescenza, qualcuno ne esce: una tartaruga dalla corazza di bronzo.
Flap. Diventa immediatamente facente parte dell’altra barricata, delle persone speciali, intelligenti: quello che fanno è oro, divertimento come mai si è provato, nuove esperienze, gioie e dolori.
Poi, il tempo passa, la testa è stata placcata in oro, la stessa si è abituata alla situazione e tutto è diventato un po’ più piatto, meno scintillante di quel che ricordasse, ma ora la sua testa è diversa: non ricorda che significhi essere dall’altra parte, o meglio, lo ricorda ma non fa nulla per ricaderci. Così fan tutti, per paura.

(drunkenturtle in automobile, C a piedi, 32enne poco cresciuto e molto antipatico)
C: allora che fate stasera?
Drunken: non so dovresti chiedere agli altri
C: al limite passo da te, dove stai di casa?
Drunken: Me ne sono dimenticato. Sto girovagando per ritrovarla.
Skreeeeeeeeeee

DrunkenTurtle

A volte ritornano marzo 3, 2007

Posted by carlino in cuore di carlino.
12 comments

Giunge infine il tepore primaverile.
Ma pare che in egual modo sia giunto il periodo, oltre che delle pulizie di primavera e del cambio di stagione negli armadi, dei bilanci sulle proprie vite sentimentali.
E’ così che risorge da luoghi reconditi dell’universo la famigerata specie degli ex, sopravvissuta soprattutto per persone troppo bisognose della buona chiusa per troncare di netto (bontà, buonismo, desiderio di salvare capra e cavoli, bisogno di piacere a tutti e sempre.. call it as u want).

Hai detto un ORA di troppo? E ora ti viene richiesto se è ORA. (“Non riesco a star più bene con te ORA”)

Hai risposto ingenuamente ad un invito da amica/o per ricordare i bei vecchi tempi?

Hai accettato di farti riportare il famoso cd che da mesi o anni avevi rimosso dalla memoria?

7 giorni


…quelli che mancano a ricevere l’sms
“Mi sei mancato/a. Quando ci rivediamo?”

prova

Barbie superstar, Barbie rock ‘n roooll marzo 1, 2007

Posted by drunkenturtle in AMICI del carlino.
6 comments


Barbie:
“Wake up, wake up on a saturday night!”.. fi, mi hanno anche migliorato la voce. Ken?

Drunken: Non c’è. So che in commissione se la sono giocata su due cantanti. Uno è Tiziano Ferro.

Barbie: …

Drunken: No, l’altro non so.

(si apre la porta del reparto plastica facciale

Ken: “Questa vita è una catena, alle volte fa un po’ male!”

Drunken: Preparo un godfather

Barbie: Due

Aspetto l’associazione del Fronte Liberazione da Hilary “Barbie” Duff.

DrunkenTurtle