jump to navigation

L’ALGA ASSASSINA MENEGHINA gennaio 12, 2007

Posted by carlino in I FILM del Carlino.
13 comments

se vi chiedete “perchè” basta leggere l’intro

Un’alga assassina generata da un battere diffuso in città da un perfido carlino esce dai Navigli e inizia a ricoprire interamente la città di Milano.

alga assassina

La tangenziale è intasata di gente che decide di andare a farsi il w-end in liguria usando come giustificativo a lavoro l’alga killer. I simboli di Milano: il Pirellone, il Duomo.. San Siro (!!) sono ormai ricoperti dalla venefica melma verde.

Nelle sale del potere di Milano la Moratti si aggiusta il trucco pensando alle telecamere. Mentre indossa il nuovo collier di brillanti regalatole dal marito esclama: “Solo due persone possono salvare la città meneghina! Raimondo Vianello e Sandra Mondaini!!”

Ma loro per contratto non possono uscire dai Sacri Confini : il loro letto matrimoniale sito a Milano 2.

massimo boldiLetizia deve trovare un’alternativa. Mettendosi il fard rosa esclama illuminata: “Ma io ho il mio eroe figo e senza macchia: Massimo Boldi!!”.

La tipica scienziata sapiente e strafiga da film catastrofico che interviene a questo punto, arrivando con un aereo privato da Torino, è Rita Levi Montalcini. Appena abbandonata dal suo adorato Piero Angela, che la lascia per amore della scienza, è in cerca di consolazione. E’ ovvio che nascerà una love story tra i due nel corso dell’avventura.

rickyNella parte del militare duro e senza paura che viene eliminato al 15′ del film: l’onnipresente Ricky Memphis. Che ogni tanto è colto da amnesia e non ricorda se stavolta fa il carabiniere o il mafioso. Spara tutto un caricatore contro la melma ma non c’è modo di salvarsi, scivola e sbatte la testa contro un panettone.

silvio Nella parte dello scienziato fifone che verrà eliminato al 22′ del film: Silvio “Zeppola” Muccino che, spirando assalito dall’alga, biascica con la sua lingua di pezza il metodo per salvare la terra, ma nessuno lo capisce. A quel punto tutti festeggiano la sua morte gridando “Zero Zero Summer – perchè tu sei uno Zero”.

iacchettiMassimo Iacchetti (fratello segreto di Enzo) nella parte della spia della CIA, doppiogiochista filorusso che lavora per il KGB. Scoperto grazie al dossier Mitrokin poco prima che cerchi di vendere delle caramelle al Polonio ai bambini, viene eliminato da Massimo Boldi con la sua pistola laser al 32′. La Corvaglia, amante di entrambi i fratelli, sopraggiunge nuda, e dopo un paio di lacrime di circostanza in pose (artistiche) da calendario dice: “Ok, ora torno da Emilio Fede”.

Massimo e Rita ora corrono contro il tempo.

Il simbolo di Milano, la Madunina, è ormai sovrastato dall’alga.

I milanesi mentre spirano avvelenati si consolano dando la colpa di tutto ai terroni e agli extracomunitari. Ed effettivamente i pakistani che vendono rose, tampinando l’alga, ne hanno accelerato il cammino. Ormai manca poco a che arrivi a Palazzo Marino…

Massimo ci lascia, alla fine del primo tempo, in tensione con uno dei suoi sguardi più espressivamente scioccanti che sicuramente gli varrà l’Oscar!

c_10_immagine_4488_fileimmagine.jpg

CONTINUA..

Commenta

Annunci

L’alga assassina meneghina – intro gennaio 12, 2007

Posted by carlino in I FILM del Carlino.
1 comment so far

Lo so, sono un cane sanguinario, ma ho sempre amato le tragedie naturali, nella realtà, ma soprattutto nei film: stranamente pare che tutti i disastri naturali distruggano tutta la Terra tranne Los Angeles o New York, che di solito sono però anche l’epicentro del problema.

Ovviamente noi tutti sappiamo che Los Angeles e i suoi dintorni sono risparmiati solo per la presenza a Santa Monica di Sua Altezza Reale David Hasselof.

Qualcuno piuttosto mi spiega perchè devono fare sempre vedere solo la distruzione di Roma? Pretendo la par condicio per vedere almeno una volta il Duomo colpito da un meteorite, o le trombe d’aria in Corso Buenos Ayres, o il Castello Sforzesco sott’acqua!!

Ora lo farò io il mio film catastrofico.