jump to navigation

Nausea sartriana e consumismo. giugno 5, 2008

Posted by carlino in stranezze.
Tags: , , ,
3 comments

E’ incredibile come in cambio del proprio annoiato tempo vengano elargiti dei foglietti di valore che (in quantità medio-grandi) permetteranno di avere tanti oggetti colorati – utili ad impreziosire il suddetto tempo annoiato.

Voglio vivere nell’età della pietra e morire a 30 anni schiacciato da un Mammuth.
Voglio una pelle splendida.

nausea

Annunci

Combustication aprile 5, 2007

Posted by carlino in Carlino's Way, gossip, Il settimanale del Carlino, news, stranezze, TV.
19 comments

Oggi pensavo all’autocombustione.
E quindi sono tornato.

Pensando alla simpatica Mary Reeser che un giorno del lontano 1955 sedendosi davanti alla tv anzichè accenderla decise di accendere se stessa. Dall’interno.

Un semplice caso di bruciore allo stomaco non risolto in tempo?

Fatto sta che ho deciso di scrivere qualcosa, lasciare una traccia significativamente demente.
Metti che poi mi autocombusto..

..magari mentre guardo una puntata di “un due tre stalla” in cui mi stan spiegando per quanti giorni si allattano i vitelli o come riconoscere il colore del letame sano.
fuoco
Oppure mentre guardando rai due mi chiedo se “e ti piace lavare i vetri?” è una domanda più utile di “ti sei lavata le mani tesoro?” (-> La sposa perfetta: una trasmissione che sarebbe risultata retrograda nello stesso anno in cui Mary prendeva fuoco).
Mi sono trovato a chiedermi dove fossero finiti i papà/mariti.
Ma che domande. Si sono autocombusti!

Come on baby light my fire
Come on baby light my fire
Try to set the night on fire


Dato che manco da molto non posso non lasciarvi la notizia del TGCom della settimana che ci spiega il titolo della canzone dei Negramaro:


Uomini: l’amore dura tre minuti

Il maschio sempre più in crisi

e poi un interessante approfondimento tratto da Focus sul fatto che l’onanismo è praticamente accettato da tutti, forse anche dai metodi AOGOI e quindi è una pratica che verrà a breve brevettata dall’INFASIL.

A proposito. Sappiate che Onan, precedente proprietario del brevetto, si è lamentato, in quanto in realtà lui sarebbe l’inventore di un’altra pratica

da wikipedia:

“Onan è un personaggio biblico, figlio di Giuda figlio di Giacobbe.

Nel libro della Genesi si racconta come, secondo la legge del levirato, egli sposò Tamar, vedova di suo fratello; ma poiché secondo tale legge i figli che ne avrebbe avuto non sarebbero stati considerati suoi ma del fratello Er, egli non volle averne e ricorse perciò a un metodo anticoncezionale (il coitus interruptus). Dio lo punì per questo facendolo morire (Genesi 38,6-10).

Mi pare un epilogo alquanto logico. Si sarà mica autocombusto anche lui?

Qui sotto una foto eloquentemente di corredo all’articolo sull’onanismo.

Uomini strani

Sono un cane non animalista gennaio 26, 2007

Posted by carlino in animali, cani, Il morso del carlino, Occhi a palla sgranati, stranezze.
25 comments

Già. Sono un cane non animalista.
E questo non implica che io ami praticare la caccia, squartare i gatti vivi o praticare torture ai babbuini. Io amo la pelle animale. La mia.
Non farei del male ad una mosca. Un po’ perchè penso sempre alla sua allegra famigliola in una cuccia simile alla mia. Mi faccio perfino pungere dalle zanzare per lo stesso scrupolo.
Però non sono un animalista.

Perchè non penso innanzitutto al fatto che ogni 30 secondi muoia per mano umana un animale nel mondo – come ho sentito dire ad una manifestazione – perchè sono sopraffatto dal pensiero di quanti uomini muoiano per la stessa mano, nello stesso tempo.

Perchè
trovo strano che davanti alla Rinascente i manifestanti contro le pellicce abbiano le Ethnies in pelle.

liciaPerchè non capisco la ragione per cui per evitare la violenza sugli animali si debba inneggiare alla morte degli scienziati e dei ricercatori vivisezionatori. Non è sempre violenza?

Forse è perchè sono troppo ingenuo che non sono animalista..

Ma soprattutto. Non capisco cosa vogliano Licia Colò e i suoi adepti.

Avrà detto qualcuno a Licia che iniettarsi sostanze sintetiche per gonfiare le labbra e distendere i lineamenti non è affatto una pratica naturale, anche se finge un look acqua e sapone?

LICIA COLO’ – Dramma in atto unico

Scena ambientata nello studio. Ospite un esperto di formiche con la sua arnia di plastica tutta piena di formiche. Licia Colò con sguardo da invasata loda le care amiche formichine. La sentisse il formichiere. O una qualsiasi casalinga dalla casa invasa. Si passa all’intervista del simpatico pubblico di bimbi decenni.

Licia Colò: Cari bambini, vi piacciono le formichine, ci giocate con le formichine?
(Nota del Carlino: avete mai visto un bambino che gioca con le formichine? Non sono bambole, come fai a giocarci? Il meglio che puoi fare con una formica a 10 anni è tagliare loro la strada che le riporta al formicaio, versarci sopra dell’acqua, o fare esperimenti di combustione con una lente d’ingrandimento e il sole – nessuno di questi è un gioco animalista)

I bambini parlano tutti insieme sovrapponendosi. Ma Licia ha sentito. Ha sentito l’INSENTIBILE.

Licia Colò: Tu, TU, cosa hai detto? Ti ho sentito! (il bambino inquadrato sgrana gli occhi e inizia a tentennare) Ripeti quello che hai detto, dai!

Bambino: Ma.. io.. io ci gioco con le formiche.. a me piacciono.. le faccio salire sui miei animali..

Licia Colò: ANIMALI!?

Bambino: Sì.. animali… ma di plastica, eh! Sì, e poi le porto nella mia stanza…

Licia Colò: Non è vero, io ti ho sentito!!! Hai detto che tu le schiacci (mimando l’azione dello schiacciarle per enfatizzare la cosa e guardando in camera con occhi cattivissimi)

Bambino: No.. cioè.. no, a me piacciono le formiche, io ci gioco.. io non..

Licia Colò: Ripetilo, su, dai, ripetilo al microfono, cos’è, hai paura?! Tu le schiacci le formiche, ti ho sentito, le schiacci!!!

Inquadratura sul bambino che si fa piccolo piccolo con gli occhi sbarrati e fa segno di no terrorizzato.

Licia Colò: E ora i consigli per gli acquisti.

– SARA’ STATO ANCORA IN STUDIO IL BAMBINO AL RITORNO? O era diventato un tappeto per la casa di Licia Colò? Ma il bambino è un animale? E se lo è, lo si può maltrattare? A questa e altre domande non ho voluto rispondere –

COMMENTA

Grande concorso i-dentici gennaio 18, 2007

Posted by carlino in concorso, curiosità, demenzialità, Il morso del carlino, Occhi a palla sgranati, stranezze, Vip of the week.
14 comments

Per venire in contro alla pressante insistenza del Dottor Pex, inauguriamo il

GRANDE CONCORSO I-DENTICI

Nonostante l’evidente conflitto di interessi con il titolo del concorso, il premio sarà un occhio di triglia smaltato in oro.

Iniziate a premunirvi del necessario paio di belga doppiomalto….

Trovate le 4 somiglianze tra le entità viventi* sotto raffigurate.

silvio ryantriglia

Zeppola-Muccino, Ryan-Sguardofisso-Atwood e la nostra adorabile sexyTRIGLIA

*sono attualmente in corso ricerche per accertarsi che i primi due personaggi appartengano alla specie umana

 COMMENTA

DIPENDENZA DA ORSETTI GOMMOSI novembre 27, 2006

Posted by carlino in animali, Carlino's Way, gummy, Occhi a palla sgranati, stranezze.
32 comments

Ebbene sì. Ho ricominciato.

Ho provato a resistere ma non è possibile.

Al solo sentirli nominare mi viene l’acquolina in bocca. Voglio i gummy bears… voglio i gummy bears… voglio i GUMMY BEARS!!!

I gummy bears sono una religione, non vanno sottovalutati. I gummy bears hanno loro proprie esistenze e una società molto complessa:


LA SOCIETA’ color Gli orsetti gommosi sono principalmente suddivisi in cinque etnie che convivono pacificamente tra loro. Ogni etnia ha un nome diverso:

E129 – E123 – E124 – E128 – E127

La società gommosa, limitata in un sacchetto Haribo, è organizzata come una monarchia assoluta in cui comanda il grande capo E129.

 

haribosocietà


L’AMORE

Gli orsetti sono molto romantici e dedicano molto tempo alla fase di corteggiamento dell’altro sesso.

romantici

Scopo principale è comunque riprodursi e in questo senso sono molto fantasiosi!

sex

Dalle sperimentazioni più ardite può capitare nascano saporiti gemelli siamesi.

gemelli


ATTIVITA’ CULTURALI
Gli orsetti sanno come divertirsi. Amano sia la compagnia, in cui si sanno esprimere al meglio grazie a esilaranti feste in cui il trenino va per la maggiore.

trenino

 

pictOppure, quando sono costretti a restar da soli sperimentano nuove vie pittoriche (ma restano soli molto raramente, sono animaletti molto sociali).

L’importante è mantenere questa socialità a livelli normali. Scuotendo troppo la busta possono scaturire dissidi interni alla società che sfociano facilmente in guerra violenta. Gli orsetti sono tanto buoni, ma possono essere molto crudeli quando vogliono!

 

 

sangue


Li vogliooooooooooooooooooooooooooo (per la gioia del mio dentista)E adoro questo gummy performer: